Francesco Bottin

Sono stato ricercatore e professore associato di Storia della filosofia presso l’Università di Padova; quindi ho vinto la cattedra di Storia della filosofia medievale presso l'Università di Bari, Facoltà di Lettere e Filosofia, dove ho insegnato per tre anni. Ho tenuto corsi di insegnamento anche presso l’Università di Verona e di Venezia. Quindi ho ottenuto il trasferimento presso l’Università di Padova, dove insegno attualmente.

Ho ricoperto le seguenti cariche amministrative presso l’Università di Padova:

* Direttore dell’Istituto di Storia della Filosofia dal 1 novembre 1990 al 31 ottobre 1996,
* Direttore del Centro per Ricerche di Filosofia Medievale dall’a.a. 90-91 a tutt’oggi,
* Responsabile della Redazione e attualmente Condirettore della rivista "Medioevo",
* Presidente della Società Filosofica, Sezione Veneta, dal maggio 1995 al giugno 1998. 

Sono responsabile dal 1984 di una unità locale di ricerca ex 40% sulla scienza medievale.

Mi sono occupato di logica e metodo scientifico in età medievale e umanistica, con particolare riferimento alle antinomie semantiche, alle dottrine semiotiche, a numerose dottrine logiche e al nominalismo. Il mio interesse per la filosofia del Medioevo è guidato dalla convinzione che molte dottrine semantiche e logiche medievali possono essere di grande aiuto nel risolvere i problemi filosofici contemporanei. 

Pubblicazioni

1 - Rec. a G. PAPULI, Girolamo Balduino. Ricerche sulla logica della Scuola di Padova nel Rinascimento, Manduria 1967, in <<Rivista Critica di Storia della Filosofia>>, XXVI(1971), pp. 347-349;

2 - Rec. a P.V. SPADE, The Mediaeval Liars: a Catalogue of the insolubilia Literature, Toronto 1975, in <<Studia Patavina>>, XXIV(1971), pp. 435-436;

3 - La teoria del regressus in Giacomo Zabarella, in Saggi e ricerche, a cura di C. Giacon, Antenore, Padova 1972, pp. 49-70;

4 - Nota sulla natura della logica in Giacomo Zabarella,<<Giornale Critico della Filosofia Italiana>>, 54(1973), pp. 39-51;

5 - L' opinio de insolubilibus di Riccardo Kilvington, <<Rivista critica di Storia della Filosofia>>, XXVIII(1973), pp. 409-422;

6 - Un testo fondamentale nell'ambito della "nuova fisica"di Oxford: i Sophismata di Riccardo Kilvington, in Antiqui und moderni. Traditionsbewusstsein und Fortschrittsbewusstsein im späten Mittelalter, hgg. von A. Zimmermann, Walter de Gruyter, Berlin-New York 1974, pp. 201-205;

7 - Nota sul positivismo logico di K.R.Popper, in Le più recenti epistemologie: Popper- Hempel, Gregoriana, Padova 1974, pp. 111- 116;

8 - Per una definizione di consequentia , in Logica e semantica, a cura di C. Giacon, Antenore, Padova 1975, pp. 17-36;

9 - Ruolo degli insolubilia nella logica medievale, <<Studia Mediewistyczne>>, XVI(1975), pp. 15-37;

10 - Proposizioni condizionali, consequentiae e paradossi dell'implicazione in Paolo Veneto, <<Medioevo. Rivista di storia della filosofia medievale>>, II(1976), pp. 289-330;

11- Le antinomie semantiche nella logica medievale, Antenore, Padova 1976, volume di 222 pagine;